Coronavirus, La Cina corregge al rialzo le vittime di Wuhan
Coronavirus, La Cina corregge al rialzo le vittime di Wuhan

Secondo TV di Stato sottostima dovuta a insufficiente capacità di ricovero negli ospedali e dunque mancata corretta registrazione dei decessi 

 La città cinese di Wuhan ha aumentato il numero di vittime da Covid-19 di 1.290, con i media statali che hanno riferito che la sottostima era stata dovuta alle insufficienti capacità di ricovero negli ospedali, sopraffatti al culmine dell'epidemia. Il bilancio delle vittime rivisto di Wuhan, che arriva a 3.869, è il più alto in Cina e anche il numero di casi totali nella città, che conta 11 milioni di persone, è stato aumentato di 325 per arrivare a 50.333, pari a circa due terzi del totale degli 82.367 casi segnalati in Cina. Domande si sono susseguite a lungo circa l'accuratezza della segnalazione dei casi in Cina, con Wuhan in particolare che per diversi giorni a gennaio non ha riportano nuovi casi o morti. Ciò ha portato ad accuse secondo cui i funzionari cinesi hanno cercato di ridurre al minimo l'impatto dell'epidemia e hanno sprecato tempo per portare il contagio sotto controllo in un tempo minore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata