Coronavirus in Spagna: è un bollettino di guerra. Sono oltre 17 mila i contagiati. 3 mila i nuovi casi
Coronavirus in Spagna: è un bollettino di guerra. Sono oltre 17 mila i contagiati. 3 mila i nuovi casi

Impennata esponenziale dei contagi e dei decessi, Madrid approva 30 mila assunzioni straordinarie nella Sanità pubblica per fare fronte all'emergenza 

17.147 contagiati, 767 decessi, solo nelle 24 ore tra mercoledì e giovedì sono stati 3.431 i nuovi casi e 169 le vittime. L'incremento è del 25%. Sono questi i numeri drammatici comunicati in Spagna dal Centro di Coordinamento di Emergenza Sanitaria. Un'impennata esponenziale che non ha precedenti in nessun altro paese. Quasi mille malati sono ricoverati in terapia intensiva mentre si registrano altrettante guarigioni. I media spagnoli che riportano i dati parlano di bollettino di guerra. Dallo scorso lunedì il Governo Sanchez ha imposto misure 'all'italiana' come ormai organi di stampa e istituzioni europee hanno preso a chiamare i pacchetti di restrizioni al commercio e al movimento dei cittadini. Ma anche in Spagna, nonostante l'esercito impiegato nei severi controlli, sono molte le infrazioni alla regolamentazione di emergenza. Madrid intanto cerca di correre ai ripari sul fronte medico, il quotidiano El Pais indica che un arruolamento straordinario nella Sanità Pubblica di 30 mila addetti tra dottori , infermieri e specializzandi degli ultimi anni di medicina.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata