Coronavirus, consigliere Johnson: Ho agito in modo ragionevole

Torino, 25 mag. (LaPresse) - Dominic Cummings, consigliere del premier britannico, Boris Johnson, finito nella bufera per avere violato le regole del lockdown, ha affermato di non essere pentito delle sue azioni. "Non mi pento di ciò che ho fatto e, come ho detto, penso che alcune persone ragionevoli potrebbero non essere d'accordo" ma "penso che ciò che ho fatto sia stato effettivamente ragionevole", ha detto Cummings ai giornalisti, citato dal Guardian.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata