Coronavirus, Cina a Trump: Noi vittime della pandemia, non i colpevoli

Torino, 20 apr. (LaPresse) - Il ministero degli Esteri cinese ha esortato gli Stati Uniti a rispettare i fatti e la scienza e a smettere di fare osservazioni irresponsabili, sottolineando che la Cina è una vittima della pandemia, non il colpevole, dato che è stata attaccata dal virus come molti altri paesi. Lo ha rimarcato Geng Shuang, portavoce del ministero, citato dalla tv di Stato. Le osservazioni arrivano dopo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che la Cina dovrebbe affrontare le conseguenze se fosse "consapevolmente responsabile" della pandemia di coronavirus. La Cina ha cercato di arginare la diffusione del virus in modo aperto e trasparente, ha affermato Geng, e la comunità internazionale dovrebbe lavorare insieme di fronte alle principali crisi pubbliche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata