Coronavirus, 668 casi tra marinai su portaerei francese de Gaulle

Milano, 15 apr. (LaPresse) - Più di un terzo dei marinai della portaerei francese Charles de Gaulle sono risultati positivi al coronavirus dal loro rientro anticipato in Francia, domenica scorso, dopo la scoperta della contaminazione a bordo, secondo un rapporto provvisorio pubblicato mercoledì dal ministero delle Forze armate, citato da 'Le Monde'. "A partire dal 14 aprile di sera - si legge - sono stati testati 1.767 marinai del gruppo di attacco della portaerei. La stragrande maggioranza di questi test riguarda in questa fase i marinai della portaerei. Il 30% di questi test non ha ancora prodotto risultati. 668 sono risultati positivi. Di questi, 31 sono ora ricoverati all'ospedale di addestramento dell'esercito di Sainte-Anne a Tolone, incluso uno in terapia intensiva. Questa campagna di test - si sottolinea - è ancora in corso".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata