Cop23, il mondo riunito a Bonn per affrontare il Climate Change - La Videoscheda
Fino al 17 novembre, nella città tedesca la Conferenza che deve decidere come applicare l'accordo di Parigi

La prima COP presieduta da uno Stato insulare dell'Oceano Pacifico, le Isole Fiji, tra i più vulnerabili alle conseguenze del cambiamento climatico, si tiene nell'umida e fredda Bonn; meno fredda di quanto ci si potesse aspettare, comunque, ma certo non un paradiso tropicale. Da ieri al 17 novembre, infatti, si tiene nella città tedesca, la COP23, Conferenza delle Parti della Convenzione sul Cambiamento Climatico dell'ONU. Sul tavolo, le questioni chiave dell'accordo di Parigi e gli strumenti per limitare il riscaldamento globale al di sotto di 1.5°C. Quasi un anno dopo essere entrato in vigore - a tempo di record - l'accordo sta per diventare operativo: è dunque indispensabile che gli Stati definiscano le linee guida per l'implementazione dell'accordo, per far sì che questo sia davvero effettivo a partire dal 2020. La COP deve anche lanciare un processo per incoraggiare i governi nazionali ad aumentare l'ambizione dei propri obiettivi nazionali a partire dal 2020. Coerentemente con la decisone della COP di Parigi (2015)  di valorizzare il ruolo gli attori non statali.


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata