Conclusa rivolta nel carcere di Manaus: decine di morti, 6 decapitati
Almeno 12 persone, tra guardie e detenuti, erano tenute in ostaggio

 Si è conclusa la rivolta nel carcere Anisio Jobim (Compaj) di Manaus, in Brasile. Lo ha dichiarato il segretario della Sicurezza pubblica dello Stato di Amazonas, Sergio Fontes, sottolineando che tutti gli ostaggi sono stati rilasciati, a 17 ore dall'inizio della rivolta. Gli agenti in assetto antisommossa sono entrati nel complesso carcerario, ha spiegato secondo quanto riferiscono i media brasiliani: la situazione generale è stata rimessa sotto controllo e a breve inizierà il conteggio dei carcerati, per capire quanti siano morti e quanti siano evasi. Secondo una previsione di Fontes, i morti saranno tra 50 e 60. Ha anche precisato che all'origine delle violenze c'è stato uno scontro tra bande rivali legate al traffico di droga.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata