Concerto annullato a Rotterdam. "No legami con Barcellona"
Trovato un furgone con targa spagnola con bombole di gas. Fermato il conducente e un altro uomo

Il concerto della band americana Allah-Las, nome considerato provocatorio dagli estremisti islamici, in programma mercoledì sera a Rotterdam è stato annullato per una minaccia terroristica. I membri della band sono stati scortati e portati al sicuro dalle forze di polizia. Il concerto doveva inziare alle 20.30 ma è stato cancellato su indicazione della polizia spagnola, dove sono in corso le indagini per gli attacchi di Barcellona e Cambrills. Lo show doveva tenersi al club Maassilo.

La polizia olandese ha schierato le teste di cuoio del Dis con giubetti antiproiettili davanti la sala che può ospitare fino a mille persone. Un portavoce della polizia ha spiegato che le autorità avevano ricevuto informazioni sufficienti a giustificare la misura, senza fornire ulteriori dettagli. "Per ragioni di sicurezza, non prendiamo nessun rischio", ha detto. 

A dare maggiori spiegazioni, invece, è stato il sindaco della città olandese, Ahmed Aboutaleb, nel corso di una conferenza stampa. Il primo cittadino ha detto che un van con a bordo diverse bombole di gas è stato bloccato dalla polizia intorno alle 17.30 sul Mijnsheerenlaan a Rotterdam, poco lontano dal locale. Il sindaco ha precisato che non è chiaro se la soffiata della minaccia proveniente dalla Spagna e il ritrovamento del van fossero collegati e ha invitato a non trarre "rapide conclusioni". "Sarebbe sbagliato in questo momento mettere insieme questi fatti e concludere che c'era un piano di attaccare con bombole di gas", ha detto Aboutaleb. L'uomo che era alla guida del furgone è stato preso in custodia dalla polizia. Anche un altro uomo di 22 anni è statao arrestato. Entrambi sono sotto interrogatorio.

Secondo quanto riferisce una fonte giudiziaria in Spagna i fatti non sarebbero collegati. La soffiata data dalle autorità spagnole a quelle olandesi, che ha portato all'annullamento del concerto, è il frutto di un'indagine condotta dalla Guardia civile spagnola che durava da tempo e non ha quindi relazione diretta con gli attacchi in Catalogna. 

"L'indagine è in corso e stiamo interrogando l'uomo", ha detto il portavoce della polizia, Gijs van Nimwegen, aggiungendo che "stiamo lavorando per accertare la sua identità". Sempre il portavoce ha spiegato che il van conteneva "un paio" di bombole di gas e l'uomo alla guida "si distingueva", ma non ha voluto commentare sulle notizie filtrate dalla polizia spagnola secondo cui l'uomo beveva alcol.

Secondo l'agenzia di stampa spagnola Europa Press, che cita fonti dell'anti-terrorismo spagnolo, l'uomo spagnolo arrestato a Rotterdam non avrebbe legami con il terrorismo e le bombole nel suo veicolo pare fossero per uso domestico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata