Commissione Onu: Israele impone l'apartheid ai palestinesi
La replica dell'ambasciatore israeliano: Sono accuse spregevoli

La Commissione economica e sociale per l'Asia Occidentale (Escwa) delle Nazioni unite ha pubblicato un rapporto in cui accusa Israele di aver imposto un "regime di apartheid" di discriminazione razziale ai palestinesi. Il documento afferma che "Israele ha istituito un regime di apartheid che controlla il popolo palestinese nel suo insieme". La sottosegretaria generale e direttrice dell'agenzia, Rima Khalaf, ha dichiarato che il documento è "il primo di questo tipo" da un organo Onu e "conclude chiaramente e francamente che Israele è uno Stato razzista che ha stabilito un sistema di apartheid che persegue il popolo palestinese". Il portavoce Onu Stephane Dujarric ha detto ai giornalisti a New York che il rapporto non è stato sottoposto al segretario generale Onu prima della diffusione.

Non si è fatta attendere la replica israeliana:  "Il tentativo di infangare ed etichettare falsamente l'unica vera democrazia in Medioriente creando una falsa analogia è spregevole e costituisce una palese menzogna" ha dichiarato l'ambasciatore israeliano alle Nazioni unite, Danny Danon.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata