Colombia, oggi firma dell'accordo con Farc per cessate fuoco
La sottoscrizione all'Avana a Cuba

 Il governo della Colombia e le Farc hanno raggiunto un accordo per il cessate il fuoco bilaterale e definitivo, che viene firmato oggi alla presenza del presidente Juan Manuel Santos e il segretario generale delle Nazioni unite, Ban Ki-moon. "Le delegazioni del governo nazionale e le Farc-Ep (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia - Esercito del Popolo, ndr) informano l'opinione pubblica di aver raggiunto con successo l'accordo per il cessate il fuoco delle ostilità bilaterale e definitivo", hanno affermato i negoziatori colombiani in una nota congiunta.

Hanno trovato consenso anche su aspetti fondamentali per la fine del conflitto, tra cui l'abbandono delle armi da parte della guerriglia, garanzie di sicurezza, lotta contro il paramilitarismo, persecuzione delle "condotte criminali che minacciano l'applicazione degli accordi e la costruzione della pace".

Il contenuto dettagliato dell'accordo sarà noto solo oggi, quando all'Avana sarà firmato alla presenza di Santos; Ban Ki-moon; il leader delle Farc Rodrigo Londoño Echeverri detto Timochenko; il presidente cubano Raul Castro e il cancelliere norvegese Borge Brende, rappresentanti dei Paesi garanti del processo di pace; la presidente cilena Michelle Bachelet; il presidente venezuelano Nicolas Maduro. Tra gli altri, ci saranno anche gli inviati speciali di Usa e Unione europea, Bernie Aronson e Eamon Gilmore.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata