Cina, via libera governo a costruzione terzo aeroporto a Pechino

Pechino (Cina), 17 dic. (LaPresse/AP) - Il governo della Cina ha dato il via libera alla costruzione di un nuovo aeroporto per la capitale Pechino, il terzo della città, per ridurre la congestione del traffico aereo e i ritardi divenuti cronici. Il nuovo scalo sorgerà a 46 chilometri a sud del centro città e verrà completato in cinque anni, riportano oggi il quotidiano China Daily e altri media. Una volta completato, dal nuovo scalo passeranno 72 milioni di passeggeri all'anno, il che ridurrà la pressione sull'aeroporto internazionale di Pechino-capitale, che sorge nell'area nordest della città ed è il secondo più trafficato della Cina con i suoi 83 milioni di passeggeri all'anno.

Il secondo aeroporto presente a Pechino è un ex campo di volo militare e ha una capacità limitata. I costi di realizzazione del nuovo aeroporto, stima la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma, saranno di poco più di 13 miliardi di dollari. Progettato dalla Netherlands Airport Consultants, il nuovo scalo avrà un terminal principale da 700mila metri quadrati e gestirà due milioni di tonnellate di merci all'anno. L'aeroporto sarà inoltre connesso alla capitale da una linea ferroviaria leggera lunga 66 chilometri, che percorrerà il tragitto in meno di 30 minuti.

La Cina sta investendo molto in specifiche infrastrutture, per limitare il rallentamento nella crescita economica. In appena un mese, infatti, è stato dato il via libera alla costruzione di tre aeroporti, mentre a ottobre sono stati approvati gli studi di fattibilità di altri cinque progetti. Il traffico aereo cinese, in rapida espansione, è il secondo più grande al mondo, tuttavia la grande quantità di velivoli e i rigidi controlli dello spazio aereo da parte dei militari sono causa dei peggiori ritardi al mondo. Ritardi e cancellazioni sono così pesanti che hanno spesso provocato incidenti e episodi di ira negli aeroporti e sui velivoli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata