Cina, stagione delle piogge: 190 morti, danni per 6,8 miliardi
Gli sfollati sono 1,5 milioni

La stagione delle piogge in Cina ha causato almeno 186 morti, mentre 33 milioni di persone sono state colpite da inondazioni. Lo ha reso noto il centro metereologico cinese, lanciando l'allerta arancione (la seconda più grave) per il rischio di nuove precipitazioni nelle regioni dell'est e del sud del Paese e avvertendo dell'arrivo del primo tifone della stagione sulla costa orientale. Da quando sono iniziate le piogge, due settimane fa, 45 persone risultano ancora disperse, segnalano le autorità, mentre 56mila case son state distrutte e 1,5 milioni di persone sono state evacuate. Le perdite economiche ammontano a circa 6,8 miliardi di euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata