Cina, salgono a 95 morti per tempeste: 37 a Pechino

Pechino (Cina), 24 lug. (LaPresse/AP) - Sono 95 le persone morte a causa delle forti piogge che nei giorni scorsi si sono rovesciate su gran parte della Cina, compresa la capitale Pechino dove le vittime sono 37. Lo rende noto l'agenzia di stampa ufficiale Xinhua, precisando che risultano inoltre disperse 45 persone in 17 province del Paese. In particolare, 25 dei morti della capitale sono annegati, sei sono rimasti vittime di crolli, cinque folgorati da linee elettriche cadute e uno è stato colpito da un fulmine. L'alto numero di morti a Pechino ha sollevato alcuni dubbi sulla rapida espansione edilizia nella città, che secondo alcuni residenti è andata a scapito della realizzazione di impianti di drenaggio efficienti. Anche se le zone maggiormente colpite sono alla periferia della città, per Pechino queste alluvioni sono motivo di grande imbarazzo dopo la realizzazione degli impianti avveniristici delle Olimpiadi del 2008, del secondo aeroporto più grande al mondo e della nuova metropolitana. "Se a Pechino può accadere tutto questo caos, i problemi nelle infrastrutture urbane in altre zone possono essere solo peggiori", afferma un editoriale di ieri del Global Times, quotidiano di Stato. "In termini di tecnologia di smaltimento delle acque - si legge ancora - la Cina è decenni indietro rispetto alle società sviluppate".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata