Cina, polizia arrestò 6 contadine per impedire incontro con Joe Biden

Pechino (Cina), 15 set. (LaPresse/AP) - La polizia cinese ha fermato e incatenato sei contadine della provincia di Sichuan coinvolte in una disputa sulla terra con il governo per prevenire che incontrassero il vicepresidente degli Stati Uniti Joe Biden durante la sua visita nel Paese il mese scorso. Le donne hanno presentato una denuncia ai procuratori provinciali contro la polizia di Chengdu, capitale del Sichuan. "Ci hanno minacciato e interrogato senza sosta, non ci hanno lasciate dormire", racconta una di loro, la 46enne Gan Xingyan, che continua: "Ci hanno detenuto senza documenti e ci hanno torturato con mezzi spregevoli. Vogliamo giustizia, ma siamo sicure che la otterremo".

Gli attivisti cinesi spesso sfruttano le visite di ospiti internazionali per attirare l'attenzione sui loro problemi e mettere in imbarazzo il governo. In passato decine di persone sono state arrestate in vista di eventi importanti, come le Olimpiadi a Pechino nel 2008 o la prima visita ufficiale del presidente statunitense Barack Obama, per prevenire incidenti simili.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata