Cina, morta donna 70enne dopo terremoto in Yunnan

Chengdu (Cina), 22 nov. (LaPresse/Xinhua) - In Cina una donna è morta dopo il terremoto di magnitudo 6.3 che si è verificato nella contea di Kangding, nella provincia sudoccidentale del Sichuan. La donna, di circa 70 anni, è morta dopo essere stata colpita alla testa dai detriti caduti, secondo quanto ha riferito Chen Yunbing, medico dell'ospedale del popolo di Ganzi. Il China Earthquake Networks Center ha riportato che il sisma si è verificato alle 16.55 a una profondità di 18 chilometri.

L'epicentro è stato individuato a 30.3 gradi di latitudine nord e 101.7 gradi di longitudine est, vicino all'aeroporto di Kangding. Sono comparse delle crepe in alcuni palazzi dello scalo, ma i voli non hanno subito variazioni, secondo quanto ha riportato Tan Heng, addetto dell'aeroporto. Anche le telecomunicazioni e i rifornimenti di elettricità non sono stati alterati. I cittadini di Chengdu, la capitale proviciale, hanno detto di aver avvertito il terremoto con forza. "La finestra della casa stava oscillando con forza. Alcune persone sono corse fuori dal palazzo", ha raccontato una donna della città. Guo, residente di Kangding, ha detto a Xinhua che la scossa è stata così potente da far cadere molti oggetti nella sua casa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata