Cina, forte terremoto in Sichuan: 124 morti, 2.600 feriti

Pechino (Cina), 20 apr. (LaPresse/AP) - Un forte scossa di terremoto ha colpito nella notte la Cina, nella provincia del Sichuan. Le vittime sono almeno 124, mentre i feriti oltre 2.600. Secondo l'agenzia sismologica cinese la magnitudo è di 7.0, mentre l'Istituto geologico statunitense la fissa a 6.6. Cinque anni fa, il 12 maggio 2008, la stessa zona fu colpita da un altro devastante sisma di magnitudo 7.9 che provocò la morte di 90mila persone.

La scossa più forte si è registrata quando in Cina erano da poco passate le 8, le 2 di notte in Italia, ed è avvenuta a una profondità relativamente bassa, appena 13 chilometri. Nelle ore seguenti sono seguite almeno 35 forti scosse di assestamento alcune delle quali di magnitudo fino al 5.0.

Secondo quanto riferisce l'ufficio per le emergenze della città di Ya'an, che amministra la contea di Lushan, quasi tutte le strutture nel villaggio di Longmen sono crollate e che in tutta la contea sono oltre diecimila le case rimaste danneggiate. Le autorità hanno dispiegato duemila soccorritori, che lavorano con ruspe e mezzi speciali, duecento tende e 1.400 coperte. Il primo ministro Li Keqiang è volato a Ya'an per dirigere i soccorsi e, assieme al presidente Xi Jinping, ha ordinato alle squadre operative di avere come priorità il soccorso delle persone.

Calcinacci sono caduti dai muri e le persone sono fuggite in strada. I soccorritori hanno trasformato una piazza fuori dall'ospedale della contea di Lushan in un centro di primo soccorso, dove il personale medico sta cercando di curare i feriti. Molte parti della contea rimangono inaccessibili, e le linee telefoniche sono state interrotte. Rimangono tuttavia attive in diverse zone le linee internet. Alcune fotografie aeree diffuse dall'esercito cinese mostrano case distrutte e villaggi rasi al suolo.

Il sisma, spiega l'agenzia di stampa statale Xinhua, ha scosso gli edifici anche nella capitale provinciale Chengdu, a 115 chilometri a est dell'epicentro. L'aeroporto della città è stato chiuso per circa un'ora dopo il terremoto. L'area è nota per ospitare la riserva di panda Bifengxia che sembra non abbia avuto problemi in seguito alla scossa. Decine di esemplari erano stati spostati in questa riserva da quella di Wolong dopo il sisma di cinque anni fa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata