Cina, esplosioni a Tianjin: salgono a 112 le vittime, 95 le persone disperse

Tianjin (Cina), 16 ago. (LaPresse) - Un bilancio di almeno 112 morti e 95 dispersi, fra i quali 85 vigili del fuoco al lavoro per spegnere i roghi. Diventa ogni giorno più drammatica la conta delle vittime delle esplosioni avvenute mercoledì in un magazzino contenente rifiuti pericolosi in una zona industriale di Tianjin, nel nord-est della Cina. Le prime stime dicono che le esplosioni avrebbero colpito 17mila famiglie, 1.700 imprese e 675 negozi commerciali. Ieri i morti accertati erano 104, poi nella notte sono stati trovati i resti di altri dieci corpi ma è stato verificato che due di essi appartenevano a vittime già segnalate. Le vittime di cui si conosce l'identità, al momento, sono 24. Sono invece 722 le persone ancora ricoverate in ospedale, delle quali 58 in condizioni gravi o critiche.

Intanto ieri le autorità cinesi hanno ordinato l'evacuazione di un'area di 3 chilometri intorno alla zona delle esplosioni per il timore che nell'aria si fossero sprigionati materiali tossici dopo l'arrivo di 70 soldati specializzati in materiali chimici, in cerca di sopravvissuti e per verificare le cause dell'incidente. E proprio ieri è arrivata la conferma, sempre da parte delle autorità, della probabile presenza di cianuro di sodio nelle sostanze rilasciate nell'aria, visto il carico da 100 tonnellate del materiale che si trovava in due siti diversi coinvolti nell'esplosione. Il cianuro di sodio è una sostanza pericolosissima e mortale se ingerita o inalata, tossica e instabile a contatto con l'acqua. Nei giorni scorsi nella zona sono stati registrati livelli di teulene, cloroformio e sostanze organiche volatili superiori agli standard. Anche se l'incendio nel magazzino è stato dichiarato sostanzialmente spento, ieri il terminal ha preso di nuovo fuoco e vi sono state altre esplosioni di minore intensità.

Due, al momento, le persone disperse che sono state ritrovate. Ieri un uomo di 50 anni è stato trovato e soccorso dai soldati in tenuta anti agenti chimici a circa 50 metri dal luogo delle esplosioni. Il sopravvissuto è stato ricoverato in un ospedale della città. L'uomo sarebbe stato ritrovato in stato cosciente, con delle ferite agli occhi, delle ustioni e problemi all'apparato respiratorio. Il 50enne va ad aggiungersi ad un altro disperso che era stato ritrovato venerdì. I soccorritori proseguono nelle ricerche dei dispersi sotto le macerie. Il sito 'Viaggiare Sicuri' della Farnesina raccomanda agli italiani di evitare viaggi e spostamenti nella città. Agli italiani residenti nella città si consiglia massima prudenza, di rimanere a debita distanza dal luogo delle esplosioni e di seguire le indicazioni impartite dalla autorità locali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata