Cina, autorità minacciano di passare il caso Ai Weiwei alla polizia

Pechino (Cina), 15 nov. (LaPresse/AP) - Le autorità cinesi hanno fatto sapere alla società dell'artista e dissidente Ai Weiwei che se non rispetterà la scadenza di mercoledì per il pagamento delle tasse il caso passerà alla polizia. L'ufficio delle imposte di Pechino vuole un acconto pari a 8,5 milioni di yuan (985 milioni di euro) su un conto bancario. I sostenitori di Ai hanno inviato all'artista quasi 8,7 milioni di yuan, ma il suo avvocato ritiene che versare il denaro possa essere visto come un'ammissione di colpa e vorrebbe invece presentare un certificato di deposito in banca come garanzia. Secondo l'amministrazione la società di Ai deve allo Stato 15 milioni di yuan in tasse e multe arretrate. Secondo gli attivisti è una punizione per il suo dissenso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata