Cina, ambasciate occidentali lanciano allerta: Possibili minacce contro stranieri

Pechino (Cina), 24 dic. (LaPresse/Reuters) - Almeno quattro ambasciate occidentali hanno diffuso l'allerta su possibili minacce contro turisti occidentali a Sanlitun, popolare quartiere di Pechino, nei giorni delle festività natalizie.

L'ambasciata americana ha rilasciato una breve dichiarazione in cui spiegava di aver "ricevuto informazioni su possibili minacce" contro gli occidentali a Sanlitun, zona dello shopping e di locali notturni ma anche sede di molte ambasciate straniere, vicino ai giorni di Natale. A questo annuncio si sono unite anche l'ambasciata di Francia, il Foreign Office britannico e il dipartimento per gli Affari esteri dell'Australia. Nessuno di loro ha però precisato quale sia il tipo di minaccia.

Proprio oggi, la polizia di Pechino, in un comunicato sul sito di microblogging Sina Wibo, ha dichiarato di aver emesso un avviso di sicurezza 'gialla' per Natale e Capodanno concentrata sui centri commerciali e supermercati. In conseguenza del provvedimento il 60% del personale di sicurezza nei centri commerciali e supermercati dovrebbe compiere controlli di sicurezza su soggetti, materiali e veicoli sospetti, e tutti i cestini della spazzatura nei luoghi pubblici saranno controllati ogni 30 minuti. Il livello giallo è il secondo meno grave dopo quello verde, in una scala composta da quattro step che parte dal verde, segue con il giallo, e poi ha arancione e rosso.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata