Cina, alto funzionario si suicida dopo frana di Shenzhen che ha causato oltre 70 morti

Pechino (Cina), 28 dic. (LaPresse/Reuters) - Si è suicidato in Cina l'ex direttore dell'agenzia responsabile della gestione dell'enorme cumulo di rifiuti il cui cedimento ha provocato l'enorme frana del 20 dicembre a Shenzhen, in cui si ritiene siano morte oltre 70 persone. Lo riferisce la polizia locale. Xu, questo il cognome dell'uomo riportato dalla polizia, aveva guidato l'ufficio di gestione urbana del distretto di Guangming, e sarebbe caduto da un edificio. Il giornale Southern Metropolis Daily ha identificato l'uomo come Xu Yuanan.

La polizia non ha istituito alcun nesso fra la morte del funzionario e il disastro di Shenzhen. Al momento è stata confermata la morte di due persone, mentre oltre 70 risultano ancora disperse. Non è chiaro quando Xu avesse lasciato l'incarico di direttore dell'agenzia, ma l'ufficio riporta sul suo sito che un nuovo capo era stato nominato a luglio.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata