Cina a Usa: Non interferite su autoimmolazione di monaci tibetani

Pechino (Cina), 11 gen. (LaPresse/AP) - La Cina ha invitato gli Stati Uniti a non usare la religione per interferire nelle sue questioni interne, dopo che gli Usa lunedì hanno espresso preoccupazione per le numerose autoimmolazioni da parte di monaci tibetani. Il governo di Pechino, ha detto oggi il portavoce del ministero degli Esteri cinese Liu Weimin, protegge i diritti basilari dei gruppi etnici, incluse le loro libertà e credenze religiose. Sono almeno 15 i monaci ed ex monaci che si sono dati fuoco nel corso dell'anno passato. La maggior parte di loro chiedeva la libertà per il Tibet e il ritorno del leader spirituale, il Dalai Lama, fuggito in India nel 1959. Solo la scorsa settimana le immolazioni sono state tre.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata