Cina, 16esimo tibetano si dà fuoco in un anno: scontri in Sichuan

Pechino (Cina), 14 gen. (LaPresse/AP) - Un altro tibetano si è dato fuoco in Cina per protestare contro il dominio di Pechino, portando a 16 il numero di religiosi buddisti ad essersi immolati nell'ultimo anno. Dopo il suo gesto si sono verificati scontri tra tibetani della città in cui è avvenuto, Aba nella provincia di Sichuan, e le forze di sicurezza. La notizia è stata diffusa dai gruppi con base a Londra, International Campaign for Tibet e Free Tibet. I monaci, gli ex monaci e le religiose tibetane che si sono dati fuoco nell'ultimo anno intedevano protestare contro il dominio cinese e per chiedere il ritorno del Dalai Lama, loro leader spirituale fuggito in India nel 1959. Molti di loro immolandosi hanno gridato frasi per chiedere la libertà per i tibetani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata