Cina-Vietnam, 1.800 lavoratori cinesi evacuati da porto di Vung Ang

Vung Ang (Vietnam), 19 mag. (LaPresse/AP) - Circa 1.800 lavoratori cinesi sono partiti dal Vietnam verso il loro Paese, a bordo delle due navi inviate dal governo di Pechino e giunte oggi nel porto di Vung Ang. Lo ha riferito un funzionario della provincia di Ha Tinh, Thai Tran Linh, aggiungendo che poliziotti in tenuta antisommossa sono stati dispiegati vicino alle navi. L'evacuazione è stata decisa a seguito dei disordini della scorsa settimana, legati al dispiegamento da parte di Pechino di una piattaforma petrolifera galleggiante vicino alle isole Paracel, nelle acque contese del Mar Cinese meridionale. Il porto di Vung Ang fa parte di un complesso siderurgico taiwanese in costruzione 350 chilometri a sud di Hanoi, preso d'assalto la settimana scorsa da manifestanti anti cinesi. Due lavoratori cinesi sono stati uccisi e 140 sono rimasti feriti nelle violenze e alcune parti della struttura sono state incendiate. Un residente di Vung Ang ha riferito che risse tra lavoratori vietnamiti e cinesi nella città erano frequenti anche prima delle tensioni legate alla piattaforma cinese. "Quando i lavoratori cinesi abitavano qui - ha detto l'uomo - c'erano risse tutte le settimane. Sono contento che se ne stiano andando. Forse ci sarà più sicurezza e ordine pubblico per la comunità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata