Charlie Hebdo, gruppo jihadista algerino: seguiamo l'esempio di Parigi

Dubai (Emirati Arabi Uniti), 12 gen. (LaPresse/Reuters) - Mokhtar Belmokhtar, militante algerino ex combattente di al Qaeda, ha elogiato l'attacco di mercoledì scorso alla redazione del settimanale satirico Charlie Hebdo a Parigi, in Francia, in cui sono state uccise 12 persone. Lo ha riferito il sito di monitoraggio delle attività terroristiche su internet Site, aggiungendo che Belmokhtar ha esortato i musulmani in Occidente a seguire l'esempio e compiere altri attacchi simili. Belmokhtar, le cui dichiarazioni sono state diffuse su alcuni forum usati dai militanti, ha affermato che le azioni dei terroristi di Parigi sono giustificate da quella che ha definito l'aggressione occidentale, in cui rientra l'intervento francese contro i gruppi islamisti armati nelle aree del Sahel e Sahara. Il comunicato è stato diffuso dal gruppo islamista Mourabitoun, formato nel 2013 da combattenti fedeli a Belmokhtar e alle forze islamiste del Movimento per unicità e Jihad nell'Africa occidentale.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata