Charlie Hebdo, arrestati 2 sospetti: avrebbero fornito armi a Coulibaly

Parigi (Francia), 15 dic. (LaPresse/EFE) - Arrestate a Parigi due persone, sospettate di avere consegnato le armi ad Amedy Coulibaly, il killer del supermercato Hyper Kosher negli attacchi dello scorso gennaio. Lo riferisce Bmftv. Si tratta di un uomo e una donna arrestati nel nord della Francia dalla direzione antiterrorismo della polizia francese (Sdat), che come precisa Bmftv, non necessariamente erano a conoscenza di ciò che Coulibaly intendeva fare con le armi.

Quattro degli ostaggi del supermercato sono stati uccisi dal terrorista prima di essere ucciso lui stesso dalla polizia.



L'uomo, Claude Hermant, 50 anni, è un ex militare ed ex militante del servizio di sicurezza del Front Nationale a Lille, e di tanto in tanto collabora con la Polizia come informatore. Hermant era già in carcere da fine anno scorso quando fu accusato di traffico d'armi ma una portavoce della Procura francese ha precisato che si tratta di un'altra indagine rispetto a quella sull'arsenale in possesso di Coulibaly.
La donna è la compagna di Hermant, proprietaria di un'impresa di 'paintball' attraverso la quale i due importavano armi che poi rivendevano.
Diverse armi che sono state trovate accanto al corpo di Coulibaly (un kalashnikov e due pistole), utilizzati per l'assalto, sono passate attraverso il negozio di Hermant.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata