Charlie Hebdo, 2 i ricercati per Montrouge: anche ragazza 26enne

Parigi (Francia), 9 gen. (LaPresse) - Per l'attacco di ieri a Montrouge, sobborgo a sud di Parigi in cui è stata uccisa una agente della polizia municipale, risultano ricercate due persone e non solo un giovane come si sapeva finora. Si tratta di Amedy Coulibaly, che sembra sia responsabile della sparatoria e della presa d'ostaggi attualmente in corso in un negozio kosher a Port de Vincennes a Parigi, e di una donna identificata come Hayat Boumeddiene. È quanto emerge da un appello diramato dalla direzione regionale della polizia giudiziaria di Parigi (Drpj), in cui vengono diffuse le foto dei due e si chiede a chiunque abbia informazioni utili a localizzarli di contattare lo stato maggiore della polizia giudiziaria di Parigi. I due soggetti vengono definiti possibilmente "armati e pericolosi". Stando alla scheda diffusa dalla polizia, la giovane avrebbe 26 anni, mentre Coulibaly avrebbe 31 anni.

I media francesi riportano che la giovane sarebbe la compagna di Coulibaly. Secondo Le Figaro, Coulibaly a dicembre del 2013 era stato condannato a cinque anni di carcere per il caso del piano per far evadere l'islamista Smaïn Aït-Belkacem. Quest'ultimo, membro del Gruppo islamico armato algerino (Gia) era stato condannato nel 2002 perché ritenuto uno dei principali responsabili dell'attacco di Parigi del 1995 alla stazione Rer Musée d'Orsay. Ed è nell'ambito di questa indagine che Hayat Boumeddiene era stata presentata come compagna di Coulibaly. Sempre per il caso del tentato piano di evasione per Smaïn Aït-Belkacem era stato arrestato nel 2010 anche Chérif Kouachi, 32 anni, il più piccolo dei due fratelli ancora ricercati perché ritenuti responsabili dell'attacco di mercoledì alla sede di Charlie Hebdo a Parigi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata