Caso Regeni, Schulz: Verità per 'vile omicidio', Egitto ha fallito
Il presidente del Parlamento Ue si unisce all'Italia nelle critiche per la mancata trasparenza

Il Parlamento europeo si è unito all'Italia, con una dichiarazione del presidente Martin Schulz, nelle critiche alle autorità egiziane per la loro mancata trasparenza per quanto riguarda la morte del ricercatore italiano Giulio Regeni al Cairo. Secondo Schulz, l'Egitto ha fallito finora nel suo tentativo di chiarire il brutale omicidio di Regeni, parlando durante una lectio magistralis all'Università di Siena dove ha ricevuto la laurea honoris causa. "Oggi non voglio entrare nella questione controversa relativa all'atrioce e vile omicidio di Giulio Regeni. Il Parlamento si è già pronunciato, esortando le autorità egiziane a collaborare con le autorità italiane. Hanno fallito nel loro intento finora", ha dichiarato Schulz. Il presidente ha ricordato nel suo discorso che l'Unione Europea e il Parlamento Ue resteranno vigili su questo tema perchè Regeni "era un cittadino italiano ma soprattutto un cittadino europeo". Inoltre, l'Ue "appoggia l'Italia nella sua richiesta di verità. Mi unisco all'appello e chiedo anche io 'Verità per Giulio Regeni'", ha aggiunto Schulz usando lo slogan promosso da Amnesty International (AI) per reclamare che vengano identificati gli autori dell'omicidio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata