Caso Cahuzac, Hollande reagisce: No cariche pubbliche ai condannati

Parigi (Francia), 3 apr. (LaPresse/AP) - Il presidente francese François Hollande reagisce al caso Cahuzac, che ha travolto il suo governo da settimane in calo nei sondaggi. In un intervento registrato mandato in onda dalla tv francese, Hollande ha promesso che sarà vietato ai condannati per frode fiscale e corruzione ricoprire incarichi pubblici. L'inquilino dell'Eliseo ha inoltre detto che garantirà un miglioramento dell'indipendenza della magistratura e che saranno pubblicati i dati sul patrimonio personale di ministri e parlamentari. Per Hollande l'ammissione dell'ex ministro francese al Bilancio Jerome Cahuzac di avere avuto un conto all'estero rivela una "grave violazione morale" e ciò che ha fatto Cahuzac costituisce "un oltraggio alla Repubblica".

Cahuzac, noto per la sua posizione rigida nei confronti di evasori e paradisi fiscali, ha ammesso ieri di avere avuto per 20 anni un conto all'estero, in Svizzera, accusa che smentiva da mesi. Da quando il giornale Mediapart sollevò il caso, approfondito poi dagli inquirenti. "Ho incontrato oggi i giudici e ho confermato loro l'esistenza di questo conto dando già le istruzioni necessarie affinché tutti i soldi depositati su questo conto, cioè circa 600mila euro, siano rimpatriati sul mio conto bancario a Parigi", ha scritto ieri Cahuzac sul suo blog. Poi si era scusato con i colleghi, con i sostenitori e con tutti i francesi, chiedendo al presidente francese François Hollande, al premier Jean-Marc Ayrault e agli ex colleghi "perdono per i danni provocati loro". Quando scoppiò lo scandalo per il presunto conto in Svizzera, Cahuzac aveva negato solennemente le accuse davanti all'Assemblea nazionale francese: "non ho mai avuto un conto all'estero, non ora, non prima", aveva detto.

Oggi l'affaire Cahuzac domina sulla stampa francese. Il volto dell'ex ministro voluto da Hollande campeggia su tutte le prime pagine corredato da titoli come per esempio 'Indegno', su Liberation, o 'Ha mentito' su 20 Minutes. 'Affaire Cahuzac: la deflagrazione', titola invece il quotidiano Mediapart, il primo ad avere tirato fuori lo scandalo approfondito poi dagli inquirenti. Il quotidiano L'Humanité sceglie di riassumere la vicenda con 'Cahuzac inciampa sul suo paradiso fiscale'. Le Parisien punta invece sulle conseguenze dell'ammissione dell'ex ministro, titolando 'La menzogna che infangherà Hollande'. Lo scandalo è un duro colpo per il presidente socialista, che i sondaggi mostrano in calo nei sondaggi negli ultimi mesi. Le Monde, infine, opta sul suo sito per una panoramica dei principali articoli della stampa francese sul caso, dai quotidiani nazionali, a quelli locali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata