Casa Bianca: In Siria attacco atroce, Obama è il responsabile
Da Washington cordoglio per l'attacco determinato dalla "debolezza" della passata amminsitrazione

Mentre è salito a 58 morti in Siria il bilancio del sospetto attacco chimico compiuto dal governo siriano guidato da Assad (o dai jet russi) nella provincia nordoccidentale di Idlib, in mano ai ribelli anche la Casa Bianca lo condanna gettando la responsabilità sulla presidenza Obama. I numeri delle vittime sono stati riferiti dall'Osservatorio siriano per i diritti umani, precisando che fra i morti ci sono anche 11 bambini.  Il presunto attacco chimico in Siria è "atroce", simili azioni del regime di Damasco sono conseguenza della "debolezza" dell'amministrazione dell'ex presidente democratico, Barack Obama  ha detto il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, in conferenza stampa.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata