Capodanno, in Australia è già 2013. Attesa a New York

Canberra (Australia), 31 dic. (LaPresse/AP) - Fiscal cliff? Recessione? Non in Asia, dove i Paesi si preparano a celebrare tra i primi al mondo l'arrivo del nuovo anno con entusiasmo. Se in Birmania c'è stato il primo conto alla rovescia pubblico, a Giacarta, capitale dell'Indonesia, una grande festa si è svolta su una strada di 7 chilometri chiusa al traffico tutto il giorno. Intanto, in Nuova Zelanda, alla 12 ora italiana, è scattato il nuovo giorno, così come due ore dopo in Australia.

SYDNEY. Le autorità di Sydney hanno organizzato per l'occasione un grande spettacolo di fuochi pirotecnici, per cui hanno speso la bellezza di 6,6 milioni di dollari australiani (5,2 milioni di euro). Se all'evento hanno assistito 1,5 milioni di persone, altri 2 milioni hanno potuto osservarlo in televisione. La serata ha visto come protagonista la cantante pop Kylie Minogue.

HONG KONG E NORD COREA. Anche Hong Kong punta sui fuochi di artificio, acquistati in grandi quantità, per un equivalente di 1,6 milioni di euro. Decine di migliaia di persone hanno assistito allo spettacolo. Una grande festa anche in Corea del Nord che, oltre all'arrivo del 2013 celebra il cosiddetto 'Juche 102', in riferimento ai 102 anni dalla nascita del fondatore della patria, Kim Il Sung, il cui nipote Kim Jong Un è ora a capo del governo. I cannoni hanno sparato a mezzanotte a Pyongyang, mentre la gente in strada assisteva agli spettacolo pirotecnici.

INDIA. Diverso l'umore a Nuova Delhi, capitale dell'India, sconvolta in questi giorni dallo stupro di gruppo che ha portato alla morte di una studentessa di 23 anni. Diversi hotel, locali e associazioni della metropoli hanno cancellato le feste che avevano programmato e chiesto alla popolazione di accendere una candela in ricordo della giovane vittima. "Facciamo sì che non ci siano celebrazioni per l'arrivo del nuovo anno. Sarà invece un grande tributo per un'anima che se n'è andata", ha chiesto Praveen Khandelwal, segretario generale della Confederazione dei commercianti.

FILIPPINE. Nonostante la devastazione di un recente tifone, anche le Filippine hanno festeggiato. Le autorità erano preoccupate per il diffondersi di pericolosi botti d'artificio dai nomi eloquenti, come 'Addio Filippine' e 'Bin Laden'. La tattica che in passato ha voluto un dispiegamento massiccio di medici pronti a intervenire non ha funzionato molto, perciò quest'anno si è pensato di coinvolgere la popolazione a ballare il celebre Gangnam style. Un funzionario del ministero della Salute, Eric Tayag, ha indossato i panni del più famoso Psy e ha cantato sulle note del pezzo un appello, trasmesso in televisione, nelle scuole e nei luoghi pubblici, a non utilizzare i fuochi d'artificio illegali. "La campagna - spiega - è diventata virale. Abbiamo chiesto a bambini e adulti di stare lontani dai grandi petardi e di ballare invece il Gangnam". E la campagna sembra aver avuto effetto. Il numero dei feriti è infatti diminuito da quando è stata lanciata a inizio mese.

BIRMANIA. A Rangoon, capitale birmana, si è celebrato l'arrivo del nuovo anno con il primo conto alla rovescia pubblico e uno spettacolo di fuochi d'artificio. Una celebrazione senza precedenti per un Paese che sta cercando negli ultimi anni di uscire dall'isolamento internazionale. All'evento, che si terrà in un grande campo della capitale Rangoon con alle spalle la celebre Pagoda Shwedagon, a cui hanno partecipato cantanti e celebrità, erano attese 50mila persone. Un grande schermo digitale ha mostrato la diretta streaming del conto alla rovescia. A preparare la festa il gruppo locale Forever Media e Index Creative Village, organizzatore di eventi thailandese. "Abbiamo programmato questo evento perché vogliamo che i residenti di Rangoon partecipino a un countdown pubblico come succede in tutti gli altri Paesi del mondo", spiega Win Thura Hlaing, direttore di Forever Blossom, sussidiaria di Forever Media.

CIPRO E LA CRISI.Tra le realtà che più devono fare i conti con la crisi economica c'è Cipro. Le autorità della capitale Nicosia hanno cancellato tutte le celebrazioni pubbliche e hanno fatto sapere che parte del denaro risparmiato, 16mila euro, sarà donato a 320 bambini bisognosi.

NEW YORK. Times Square si prepara a festeggiare. Gli organizzatori si aspettano che circa un milione di persone assisterà al conto alla rovescia, quando una grande sfera, coperta da 2.688 triangoli di cristallo Waterford e illuminata da 32mila led colorati, si abbasserà sulla folla. Alla cerimonia sarà presente il sindaco di New York, Michael Bloomberg, mentre mancherà per la prima volta Dick Clark, il noto presentatore televisivo che per molti anni aveva condotto i festeggiamenti dell'ultima serata dell'anno a Manhattan. Il nome di Clark, morto ad aprile all'età di 83 anni, è stato inciso su uno dei pannelli della sfera di cristallo. Intanto le misure di sicurezza nella zona sono state rafforzate e intorno alla piazza sono presenti numerosi poliziotti in uniforme e in borghese, che controlleranno veicoli e borse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata