Caos in Spagna: leader dei socialisti Sanchez si dimette
Da mesi il governo è in stallo e se non si arriverà alla fiducia si tornerà a elezioni per la terza volta

La Spagna è sempre più nel caos. Il leader del partito socialista, Pedro Sanchez, si è dimesso. Lo ha riferito una fonte del Psoe a Reuters. La notizia arriva dopo che i socialisti si erano incontrati per decidere se destituire lo stesso Sanchez, nella speranza di aprire la strada alla formazione di un nuovo governo dopo mesi di stallo politico. La leadership del Psoe, principale partito d'opposizione, è spaccata in due dopo le dimissioni questa settimana di 17 membri della dirigenza, che chiedevano le dimissioni di Sanchez per sbloccare l'impasse. Se non sarà formato un governo entro la fine di ottobre, si tornerà a elezioni a dicembre per la terza volta, mentre nelle ultime il Partito popolare (Pp) del premier uscente Mariano Rajoy non ha raggiunto voti sufficienti per formare una maggioranza.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata