Canada, Corte suprema: Centro iniezione assistita droga resta aperto

Vancouver (Canada), 30 set. (LaPresse/AP) - La Corte suprema del Canada ha deciso che il primo posto nel Nord America in cui ci si può iniettare la droga sotto controllo e in condizioni igieniche può rimanere aperto. Si tratta di Insite, situato nel malfamato quartiere di Downtown Eastside, a Vancouver. Il centro, pubblicizzato come un luogo sicuro, igienico e umano che accoglie le persone tossicodipendenti senza pregiudizi, è stato criticato dal governo conservatore di Ottawa che lo accusa di promuovere l'uso della droga. I sostenitori sottolineano invece che servizi del genere vengono gestiti dalle province, anche se il governo ritiene che in questo caso debba prevalere la normativa nazionale, visto che l'eroina è una sostanza illegale secondo la legge federale.

Chi si reca da Insite riceve aghi e acqua pulita per preparare l'iniezione. Poi può iniettarsi la droga che ha portato con sé in uno degli scompartimenti forniti di specchi, appositamente perché le infermiere che stanno in mezzo alla stanza possano osservare e, se necessario, fornire assistenza. L'istituto ha circa 800 visitatori al giorno e ha registrato oltre un milione di iniezioni da quando è stato aperto nel 2003.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata