California, incendi ancora fuori controllo: almeno 7 morti. Le fiamme non si fermano
La siccità sta alimentando il fuoco e continuano a bruciare migliaia di ettari

Non si fermano i devastanti incendi che hanno messo in ginocchio la California e provocato almeno sette morti negli ultimi cinque giorni. Finora 38mila persone sono state evacuate nella Contea di Shasta e 12mila vigili del fuoco stanno combattendo contro l'incendio 'Carr' ancora fuori controllo. I roghi, alimentati dalla vegetazione secca e dai venti forti, hanno già divorato oltre 40mila ettari. In alcune aree le fiamme sono diventate così intense da dare vita a "un proprio sistema meteorologico", ha detto la portavoce di Cal Fire, Lynne Tolmachoff.

Un fenomeno che ha provocato tornado di fuoco dall'enorme potenza distruttiva che hanno spazzato via interi quartieri. Da giovedì, due pompieri sono rimasti uccisi nella contea di Shasta, mentre una donna di 70 anni e i suoi due pronipoti di 4 e 5 anni sono morti dopo che la loro casa mobile è stata raggiunta dal fuoco. Domenica i resti di una persona che aveva ignorato gli ordini di evacuazione sono stati trovati in una struttura carbonizzata. Sempre ieri, un vigile del fuoco è morto combattendo un altro incendio, quello di Ferguson, vicino al parco nazionale di Yosemite.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata