Burundi, scontri davanti sede Presidenza: almeno 4 persone uccise

Nairobi (Kenya), 22 nov. (LaPresse/Reuters) - Almeno quattro persone sono state uccise negli scontri durante la notte davanti l'ufficio del presidente nella capitale Bujumbura,in Burundi. Lo ha riferito la polizia locale. Il Burundi sta attraversando una crisi politica da quando il presidente Pierre Nkurunziza ha annunciato ad aprile di voler correre per un terzo mandato; una mossa che gli avversari sostengono violi la costituzione e un trattato di pace che pose fine alla guerra civile durata 12 anni nel 2005.

I residenti in zona di Rohero, nella capitale, vicino all'ufficio del presidente, hanno riferito di aver sentito spari ed esplosioni durante la notte. "Si trattava di una sparatoria tra soldati della presidenza e aggressori. Sono stati lanciati anche colpi di mortaio", ha raccontato un guardiano notturno vicino all'ufficio del presidente.

Il sindaco di Bujumbura, Freddy Mbonimpa ha fatto sapere che quattro persone sono state uccise, due poliziotti feriti e 28 persone arrestate nella zona di Ngagara sabato pomeriggio quando la polizia ha fatto irruzione in un bar e arrestati 28 giovani con l'accusa di possesso di armi. I residenti sostengono invece che i giovani fossero disarmati, e fossero vecchi compagni di scuola che festeggiavano un addio al celibato. Più tardi quella sera, i manifestanti sono scesi in strada, gridando: "Nkurunziza fuori, noi non accetteremo mai il terzo mandato illegale". A questo, secondo testimoni, sono seguiti spari ed esplosioni.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata