Burkina Faso, governo autorizza esumazione resti ex presidente Sankara

Ouagadougou (Burkina Faso), 5 mar. (LaPresse/Reuters) - Il governo ad interim del Burkina Faso ha autorizzato l'esumazione dei resti di Thomas Sankara nell'ambito dell'indagine sull'omicidio dell'ex presidente durante un colpo di Stato nel 1987. L'inchiesta sulla morte era una delle richieste emerse durante le proteste antigovernative di ottobre scorso a Ouagadougou. Le manifestazioni erano state scatenate dai tentativi del presidente Blaise Compaoré di modificare la Costituzione in modo da potersi candidare per un nuovo mandato dopo 27 anni al potere.

Compaoré si era dimesso il 31 ottobre scorso dopo che manifestanti avevano marciato al palazzo presidenziale. I familiari di Sankara avevano chiesto per anni di poter esumare il suo corpo per analizzarlo, affermando che potesse trattarsi del cadavere di un'altra persona. I figli di Sankara, ucciso durante il golpe che portò Compaoré al potere, hanno fornito campioni del Dna in modo che esperti possano confermare l'identità della persona sepolta nella presunta tomba dell'ex presidente.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata