Bulgaria: Se non entreremo in Schengen potremo far crollare il sistema

Sofia (Bulgaria), 17 set. (LaPresse/AP) - Se l'Unione europea la prossima settimana non riconoscerà la Bulgaria come membro a tutti gli effetti dell'area Schengen, il Paese "dovrà riconsiderare molto attentamente la politica di sostegno alla legislazione" che rende questo sistema possibile. È la risposta del ministro degli Esteri di Sofia Nikolai Mladenov al ministro dell'Immigrazione olandese Gerd Leers, secondo cui la Bulgaria non avrebbe lottato sufficientemente contro la corruzione e non dovrebbe far parte dell'area in cui i cittadini possono muoversi liberamente, senza controlli alla frontiera. I bulgari, ha aggiunto Mladenov, non sono "cittadini di serie B in Europa". Bulgaria e Romania hanno aderito all'Unione europea nel 2007, ma devono ancora mantenere i controlli ai confini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata