Bruxelles, esplosioni in aeroporto a 9 secondi di distanza
Una terza esplosione, ancora più devastante, era stata programmata

Sono avvenute a 9 secondi di distanza le due esplosioni di ieri mattina all'aeroporto di Bruxelles. La prima detonazione è scattata alle 7.58 e 28 secondi. Quella successiva, alle 7.58 e 37 secondi. Lo ha riferito il procuratore federale del Belgio, Frederic van Leeuw nel corso della conferenza stampa.

Una terza esplosione, ancora più devastante, era stata programmata. Il terzo attentatore, infatti, quello che nella immagine delle telecamere di sorveglianza compare sulla destra, ha abbandonato una grossa borsa poco prima delle detonazioni ed è andato via. E' a lui che stanno dando la caccia ora gli investigatori.

Proprio nella sua borsa si trovava la carica esplosiva più consistente. "L'instabilità degli esplosivi ha causato l'esplosione della borsa" subito dopo l'arrivo degli artificieri, ha spiegato il procuratore, ma in questo caso "nessuno è rimasto ferito grazie alla professionalità degli operatori".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata