Brexit, Schulz: Accordo forse insufficiente a mantenere Gb in Ue
Il primo ministro britannico Cameron ha promesso di indire un referendum sull'adesione all'Europa entro fine del 2017

"Il Regno Unito probabilmente riuscirà a raggiungere un accordo con l'Unione Europea sulle riforme volte a mantenere il regno britannico nel blocco dei Ventotto, ma questo potrebbe non essere sufficiente a convincere gli elettori britannici a votare 'sì' al referendum sulla permanenza nell'Europa" ha sottolineato il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz.  Il primo ministro britannico David Cameron ha invece promesso ai cittadini di riformare i legami del Regno con l'Ue e di indire un referendum sull'adesione all'Europa entro la fine del 2017.


Secondo una fonte del gabinetto di Cameron, il Regno Unito potrebbe raggiungere oggi un accordo con i funzionari dell'Unione europea su un meccanismo per frenare l'immigrazione, in un accordo che soddisfa uno dei quattro obiettivi principali della riforma di Cameron. Ma il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, ha ribadito che, nonostante l'accordo, gli elettori potrebbero non votare per restare nel blocco. "Sono sicuro che troveremo un accordo, ma non so se questo sia sufficiente per ottenere una maggioranza a favore di rimanere in Europa. Dovremo vedere", ha dichiarato Schulz parlando a radio Deutschlandfunk.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata