Brexit, la legge su uscita da Ue torna alla Camera dei Comuni
I deputati dovranno discutere dei 2 emendamenti approvati alla Camera dei Lord

Torna oggi alla Camera dei Comuni il progetto di legge sulla Brexit, che dovrebbe autorizzare la premier britannica Theresa May ad avviare l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea attivando l'articolo 50 del Trattato di Lisbona. I deputati dovranno discutere dei due emendamenti approvati alla Camera dei Lord: il primo, che risale al 1° marzo, chiedeva delle garanzie sui diritti dei cittadini europei e dei loro familiari residenti nel Regno Unito anche dopo la Brexit; il secondo invece, la cui approvazione da parte dei Lord risale al 7 marzo, prevede di dare al Parlamento il potere di porre il veto al futuro accordo sulla Brexit dopo i negoziati. La legge aveva ricevuto il primo via libera dalla Camera dei Comuni lo scorso 8 febbraio senza modifiche, con 494 voti a favore e 122 contrari; nel passaggio alla Camera dei Lord, però, erano stati aggiunti i due emendamenti, ragion per cui adesso, in virtù di quel procedimento che è noto come ping-pong, il testo torna ai Comuni.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata