Brexit, Juncker: L'uscita dall'Ue sarebbe una catastrofe
Spero che i britannici faranno "la cosa giusta" ha detto il presidente della Commissione Europea

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, spera che i britannici "faranno la costa giusta" al referendum sulla permanenza nell'Unione europea del 23 giugno scegliendo di restare, perché la Brexit sarebbe "una catastrofe". Lo ha dichiarato parlando a Berlino, a un forum organizzato dall'emittente tedesca WDR. Ha detto di sperare che i britannici, del cui "pragmantismo l'Europa ha bisogno", "restino seduti al tavolo".

SAPIN: COLPIREBBE LONDRA COME CENTRO FINANZIARIO.  "La città di Londra è una significativa forza finanziaria e non penso che la Brexit trasformerebbe tutti gli elementi che costituiscono la sua potenza", ma "non penso che non ci sarebbero effetti se essa accadesse" ha invece dichiarato il ministro francese alle Finanze, Michel Sapin, che si trova a Londra. "L'uscita del Regno Unito dall'Unione europea sarebbe "uno shock per le economie europee, che mostrano segni di ripresa" ha aggiunto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata