Brexit, Juncker: Johnson e Farage non sono patrioti
"I veri patrioti non abbandonano la nave quando la situazione diventa difficile", attacca il presidente della Commissione Ue

"I radiosi eroi della Brexit ora sono eroi tristi. Johnson e Farage hanno lasciato il palcoscenico ora, dopo aver portato il Regno Unito alla Brexit. Sono retro-nazionalisti, non sono patrioti perchè i veri patrioti non abbandonano la nave quando la situazione diventa difficile". Così il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, in apertura della sessione plenaria del Parlamento Ue a Strasburgo. "Speriamo che il Regno Unito sia un partner vicino a noi anche dopo l'uscita, ma lo ribadisco: l'accesso al mercato unito comporta l'accettazione di tutte e quattro le libertà, compresa la libera circolazione. Non sarà un mercato unico 'à la carte'". Così il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in apertura della sessione plenaria del Parlamento Ue a Strasburgo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata