Brasile, ucciso in diretta conduttore radiofonico anticorruzione

Rio de Janeiro (Brasile), 7 ago. (LaPresse/EFE) - Un annunciatore radiofonico brasiliano, Gleydison Carvalho, è stato ucciso da due persone non identificate durante la trasmissione in diretta del suo programma. Lo riporta la polizia brasiliana. Carvalho era noto per le denunce sulla corruzione a Camocim, piccola città nello stato brasiliano di Cearà. L'episodio, avvenuto negli studi di Radio Fm Liberdade a Camocin, ha generato uno shock negli ascoltatori perché il conduttore era in diretta al momento dell'omicidio. Secondo fonti citate dai media locali, i due sospetti, che si erano finti inserzionisti per poter entrare nella stazione radio, hanno fatto irruzione nello studio di Carvalho, gli hanno sparato tre volte e sono fuggiti.

Ancora vivo, Carvalho è stato portato all'ospedale Deputado Murilo Aguiar, ma è morto durante il trasporto a causa della gravità delle lesioni riportate. "Oggi hanno fatto tacere una delle voci più importanti della nostra regione, in un modo tragico e inutile", ha scritto il Comune di Camocim in un comunicato pubblicato sul suo sito web. Carvalho era conosciuto nella zona per un programma in cui denunciava pratiche di corruzione nella politica, per cui aveva ricevuto numerose minacce sul suo profilo Facevook. Già lo scorso maggio due giornalisti sono stati uccisi in meno di una settimana.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata