Brasile, presidente Camera annulla processo impeachment a Rousseff
Non si conoscono i dettagli ma che oggi è attesa la pubblicazione ufficiale del documento

 Il presidente ad interim della Camera brasiliana, Waldir Maranhao, ha annullato il processo di impeachment nei confronti della presidente Dilma Rousseff al Congresso. Lo ha riferito la Folha de Sao Paolo, precisando che non si conoscono i dettagli ma che oggi è attesa la pubblicazione ufficiale del documento. Secondo la testata, all'origine della decisione ci sarebbe il fatto che la votazione sull'impeachment sarebbe andata oltre i limiti della denuncia contro la presidente, trattando la questione dello scandalo 'Lava jato' oltre alle presunte irregolarità nei conti pubblici.

 Maranhao chiede che il processo torni alla Camera, dopo essere già avanzato al Senato dove la Commissione speciale ha votato venerdì a favore del procedimento. Il voto alla Camera alta sarebbe previsto per mercoledì 11 e non è chiaro se questo calendario sarà mantenuto.

ROUSSEFF CAUTA: NON E' UFFICIALE.  Appena si è appresa la notizia che il presidente della Camera brasiliana, Waldir Maranhao, ha deciso di annullare il processo di impeachment contro la presidente , nella platea del Planalto si sono levate grida soddisfatte: "Resta, cara!". La presidente, ha riferito O Globo, ha subito ringraziato: "Voglio dirvi grazie per il vostro gesto e per il 'Resta, cara'". Dopo aver annunciato la creazione di cinque università, Rousseff ha detto: "Solo un minuto, ragazzi. Poi urliamo tutti insieme". La presidenta ha anche scherzato: "Tutti sappiamo che è in corso un golpe di Stato. Un golpe caldo è armato, un golpe freddo è chi usa argomenti per buttare giù una presidente legalmente eletta. Ma, ragazzi, non ho informazioni ufficiali. Parlo qui perché non potevo in nessun modo fingere che non sapessi le stesse cose che sapete voi. Ma non è ufficiale e non conosco le conseguenze. Per favore, serve cautela".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata