Brasile, Maradona: Sono un soldato di Lula e Dilma
Scambio su Facebook tra il Pibe de oro e la presidenta sottoposta a impeachment

Affettuoso 'colloquio' virtuale tra Diego Armando Maradona e Dilma Rousseff su Facebook. L'ex calciatore argentino si è definito "un soldato di Lula e Dilma" sul suo profilo del social network, pubblicando una fotografia di se stesso sorridente, che mostra una maglia della Selecao con la scritta 'Lula' e il numero 18. Aperto sostegno, cioé, all'ex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva e alla presidente sospesa Dilma Rousseff. I due leader del PT attraversano la bufera, dopo che il primo è stato accusato di corruzione e travolto dalle conseguenze della sua nomina a ministro della Casa civile, poi sospesa, e la seconda è in attesa del processo per impeachment dopo l'ok del Senato. Rousseff gli ha risposto dal suo profilo ufficiale, nelle stesse tre lingue in cui aveva scritto l'ex fuoriclasse del Napoli e della nazionale argentina, cioé in portoghese, spagnolo e inglese: "Maradona, molte grazie per l'appoggio e l'affetto. Un bacio". Il post del 'Pibe de oro' e di Rousseff  in poche ore hanno ricevuto migliaia di like.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata