Brasile, ex presidente Temer arrestato per corruzione: "Era leader di un'organizzazione criminale"

Il provvedimento è legato all'inchiesta che ha coinvolto la compagnia Petrobras e grandi imprese di costruzioni e portato alla luce un flusso di mazzette a politici di vari partiti

L'ex presidente brasiliano Michel Temer è stato arrestato nel quadro dell'inchiesta anticorruzione a San Paolo, in Brasile. Temer, che ha lasciato il potere alla fine del 2018 dopo due anni e mezzo di mandato, è oggetto di varie indagini per corruzione e dovrebbe essere trasferito a Rio de Janeiro, secondo Globonews. 

Secondo la procura, Temer era alla guida di una "organizzazione criminale" coinvolta in corruzione e riciclaggio di denaro. Le indagini hanno scoperto "l'esistenza di una organizzazione criminale in piena operatività, coinvolta in atti concreti di chiara gravità", ha dichiarato la procura. Lasciando l'incarico, Temer affrontava varie accuse per corruzione. Il Congresso aveva votato per farne cadere due nel 2017. Una terza fu presentata pochi giorni prima dell'inizio del mandato dell'ex militare Bolsonaro il 1 gennaio, così che il Congresso non aveva avuto tempo di valutarla.

Le accuse della procura descrivono un "sofisticato sistema criminale" che entro la fine del 2014 avrebbe fatto pagamenti illeciti per circa un milione di reais (500mila dollari al tempo), in relazione alla costruzione di una centrale nucleare mai completata. Secondo le indagini, il gruppo potrebbe aver "commesso vari crimini" con agenti pubblici e compagnie statali, per 1,8 miliardi di reais (470 milioni di dollari), afferma la dichiarazione.

Successore non eletto della presidente Dilma Rousseff che fu destituita con impeachment nel 2016, predecessore dell'attuale presidente Jair Bolsonaro, è stato il leader meno popolare del Brasile. La polizia lo ha arrestato su ordine di un giudice federale, secondo i media; con lui è stato arrestato anche l'ex ministro delle Miniere e dell'Energia, Moreira Franco. L'inchiesta Lava Jato (autolavaggio) ha scoperto una vasta operazione di corruzione, che ha coinvolto la compagnia Petrobras e grandi imprese di costruzioni, così come mazzette a politici di vari partiti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata