Bosnia-Erzegovina, rifugiati ricevono casa con aiuto di Angelina Jolie

Rogatica (Bosnia-Erzegovina), 3 nov. (LaPresse/AP) - Tredici rifugiati nella città bosniaca di Rogatica hanno ricevuto le chiavi della loro nuova casa, finanziata dagli Stati Uniti e chiamata Villa Angelina, in onore dell'attrice Angelina Jolie che visitò i profughi l'anno scorso. Per anni le autorità della Bosnia-Erzegovina avevano cercato di trovare una sistemazione per questi ultimi 13 abitanti del campo profughi, ma la svolta è arrivata soltanto dopo la visita a Rogatica della Jolie e del suo compagno Brad Pitt. Il governo di Washington ha infatti donato 600mila dollari per costruire una nuova casa, inaugurata oggi dall'ambasciatore degli Usa in Bosnia, Patrick Moon. La Jolie è ambasciatrice di buona volontà dell'Unhcr, l'agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati. I profughi di Rogatica sono convinti di aver ricevuto la nuova casa proprio grazie al sostegno dell'attrice.

--- Ripetizione per altra categoria ---

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata