Bolivia, sindacato chiede aumento pensioni: scontri a La Paz

La Paz (Bolivia), 17 mag. (LaPresse/AP) - Centinaia di minatori, insegnanti e altri lavoratori hanno marciato a La Paz, capitale della Bolivia, nell'11esimo giorno delle proteste convocate dal sindacato Central Obrera Boliviana (Cob) per chiedere l'aumento delle pensioni. I minatori hanno fatto esplodere candelotti di dinamite e i manifestanti hanno cercato di occupare la piazza in cui sono situati gli uffici del governo. La polizia ha usato gas lacrimogeni per respingere la folla. Per il momento non ci sono notizie di feriti e arresti durante la marcia di ieri, ma nelle manifestazioni della settimana scorsa erano rimaste ferite 33 persone e oltre cento erano state fermate. Il sindacato chiede che il governo del presidente Evo Morales raddoppi le pensioni, che attualmente variano da 21 a 28 euro al mese. Il governo ha offerto un aumento dell'81%. Secondo Morales, alla marcia di ieri hanno partecipato "circa 500 o mille minatori e un migliaio di insegnanti, o forse di più".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata