Berlino, Le Pen: Amri? Schengen catastrofe totale per sicurezza
Il ricercato per l'attacco di Berlino è stato ucciso nella notte dalla polizia a Sesto San Giovanni

"Questa scappata in almeno due o tre Paesi è sintomatica della totale catastrofe della sicurezza che è l'accordo di Schengen". Queste le parole della leader del Front national francese, Marine Le Pen, in riferimento al caso del ricercato per l'attacco di lunedì al mercatino di Natale di Berlino, Anis Amri, ucciso nella notte dalla polizia a Sesto San Giovanni, nel milanese. "Ribadisco la mia promessa di ridare alla Francia il totale controllo della sua sovranità, dei suoi confini e di porre fine alle conseguenze dell'accordo di Schengen", ha detto ancora Le Pen, che è candidata alle presidenziali francesi del 2017.

Gli accordi di Schengen, risalenti a 31 anni fa, permettono di viaggiare senza passaporto fra gli Stati Ue e in Svizzera, ma gli accordi non riguardano i nuovi membri Ue Romania, Bulgaria e Croazia. Alcuni Paesi europei, però, hanno reintrodotto l'anno scorso controlli alla frontiera a seguito dell'ondata di migranti arrivati da Africa, Asia e Medioriente.

 

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata