Beppe Grillo fischiato a Oxford. Gli studenti: "Imbarazzante"

Il comico ha tenuto una conferenza all'Università. Il racconto sui social di un giovane italiano: "Non ha risposto alle domande, ha litigato con gli studenti, prendeva in giro...". Grida di "Buffone". La replica: "Nessun insulto. E' stato bellissimo"

Di Oxford, Beppe Grillo non porterà a casa un bel ricordo. Il garante e co-fondatore del Movimento 5 Stelle, invitato a parlare in una delle università più prestigiose al mondo, sembra proprio che non sia riuscito a convincere la platea britannica. Anzi, secondo le ricostruzioni che si trovano sulla rete e in giro per i social network, a contestarlo sono stati soprattutto gli studenti italiani che vivono in Inghilterra. Difficile trovare delle immagini o dei video sulla rete della 'lezione', qualcuno riesce a postare su Facebook spezzoni: in poche ore diventa virale l'entrata in sala del comico genovese, con tanto di benda sugli occhi, postata sul suo profilo da Cristian Trovato, catanese iscritto al department of Computer science della University of Oxford e presidente della Oxford University Italian Society.

Il giovane racconta che Grillo avrebbe motivato la scelta "perché non vuole vedere questa Uk, imprigionata dalle discussioni su Brexit in una finta democrazia". Dalle risposte fornite ai suoi contatti, affamati di notizie sulla prestazione del fondatore dei Cinquestelle in Gran Bretagna, si evince che la serata è stata tutt'altro che un trionfo. "Ha finito tra buu, fischi e urla del tipo 'buffone hai enormi responsabilità'. Una Caporetto", scrive Trovato. Che aggiunge: "Ha litigato con tutti gli studenti che gli hanno fatto domande, addirittura sfottendo 'cosa volete? Avete lasciato il vostro Paese'. Non ha risposto a nessuna domanda".

Secondo lo studente a fargli le domande sono stati "solo ragazzi italiani", ma "gli stranieri erano scioccati più di noi" dalle risposte. Il giudizio sulla conferenza è impietoso: "Ragà è imbarazzante. Sta vaneggiando". Del resto, l'opinione dello studente italiano si può evincere facilmente dal messaggio iniziale del post: "Beppe Grillo alla Oxford Union imbarazzante. La maleducazione di parlare ad una platea internazionale in italiano impedendo al traduttore di tradurre".

Spulciando la bacheca di Trovato, comunque, non sembra che il comico genovese e i pentastellati siano mai stati tra i suoi preferiti. Già in estate, a pochi giorni dalla nascita del governo Lega-M5S, condivise due post, datati 30 e 31 luglio, il primo di Enrico Mentana e l'altro di Ferruccio Sansa sul 'Fatto quotidiano', con forti critiche verso l'esecutivo voluto e creato da Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Nel 2016, poi, sostenne il 'Sì' al referendum costituzionale, ma di certo non può entrare nella lista delle 'colpe'. Infatti, tra gli ultimi commenti al post su Grillo, ce n'è uno molto comune sui social italiani. Lo firma Danilo Pianini: "Il solito pidiota mortozzombi". Anche la risposta di Trovato non è un inedito, per chi frequenta la rete: "Hai dimenticato amico delle banche". Tutto il mondo è paese.

Beppe Grillo: "Nessun insulto" - La replica di Beppe Grillo arriva nel corso della puntata di oggi di 'Stasera Italia'. I microfoni della trasmissione hanno raggiunto il comico che, sulla reazione dell'Oxford Union durante il suo intervento, dichiara: "Bellissima, era pienissimo. Ci siamo scambiati delle disinformazioni che loro hanno su di noi e noi che abbiamo su di loro. Penso di aver dato una buona impressione". Smentisce di aver insultato gli italiani che hanno lasciato il Paese per motivi di studio o lavoro: "Non ho attaccato nessuno. Nessun insulto". Sulla sua presenza in Inghilterra in tempi di Brexit, commenta: "Qui stiamo assistendo a qualcosa di straordinario, poi il senso della democrazia che cos'è?". In merito ai suoi rapporti con Salvini conclude: "Io non ne ho rapporti. Non sono più il capo politico. Ho rapporti solo con elevati, essendo l'elevato".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata