Belgio, cyber-attacco jihadista: oscurati siti quotidiani e tv
Il movimento 'Cyber-esercito siriano' ha rivendicato l'attacco

Alcuni media belgi hanno subito un attacco hacker da presunti jihadisti che hanno temporaneamente bloccato l'accesso alla sito dell'emittente Rtbf e dei quotidiani dei gruppi Mediahuis e Gazet Van Antwerpen. Anche il quotidiano Le Soir ha fatto sapere di essere stato oggetto oggi di un triplice attacco nonostante gli hacker non siano riusciti a bloccare il sito.

Il movimento 'Cyber-esercito siriano' ha rivendicato l'attacco con un messaggio sui siti bloccati spiegando che si tratta di una risposta al presunto bombardamento dei caccia belgi F-16 sulla periferia di Aleppo il 19 ottobre scorso.

È stata la Russia, la cui aviazione appoggia l'esercito siriano, ad accusare per prima il Belgio che ha sempre negato ogni coinvolgimento nel raid.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata